Einkaufsgemeinschaft HSK AG
Postfach
8081 Zürich

www.ecc-hsk.info
D | F | I

«Maggiore trasparenza (dati)» nella cura

Negli ultimi anni le prestazioni di cura sono aumentate costantemente. Per questo motivo la Cooperativa di acquisti HSK ha analizzato i dati disponibili del triennio 2014-2017, traendone delle nuove conclusioni.

Prestazioni di cura ambulatoriale in crescita

Con il 60% di tutte le prestazioni, l’assistenza di lunga durata è ancora al vertice dei settori di cura più costosi. Questo nonostante il fatto che tra il 2014 e il 2017 si sia registrata una riduzione del volume pari al 3,5%. Per contro, si nota una tendenza al rialzo nelle cure ambulatoriali, dove la quota è aumentata del 4,5% nello stesso periodo e rappresenta ora più di un terzo dei costi totali.

Fig. 1: percentuale delle prestazioni fatturate dalle case di cura, dal personale infermieristico e Spitex (2017)

Fig. 1: percentuale delle prestazioni fatturate dalle case di cura, dal personale infermieristico e Spitex (2017)

Aumento dei costi nelle cure ambulatoriali

Se si considerano i costi per paziente e per anno, non si sono registrate variazioni significative nell’assistenza di lunga durata, nelle cure acute e transitorie (CAT) nonché nelle strutture diurne e notturne. Non è così nel settore ambulatoriale, dove i costi per assicurato sono aumentati del 16 percento. Tra i possibili motivi per questo incremento figurano il desiderio di essere assistiti a casa propria e i pazienti con un maggiore bisogno di cure.

Fig. 2: costo medio per paziente all’anno

Fig. 2: costo medio per paziente all’anno

La tendenza al rialzo è evidente anche nei dettagli

In linea con l’evoluzione dei servizi infermieristici ambulatoriali, la Cooperativa di acquisti HSK ha registrato una crescita, soprattutto nelle organizzazioni Spitex e nel personale infermieristico indipendente. Sia le prestazioni lorde fatturate, che il numero dei pazienti che ricevono cure e quello dei fornitori di prestazioni che fatturano indicano una tendenza al rialzo.

Anche nell’ottica dei costi delle prestazioni fatturate per paziente si delinea una chiara crescita. A differenza delle case di cura, dove i costi per paziente sono in fase di stallo, le organizzazioni Spitex addebitano circa il 17% in più per paziente dall’inizio del periodo in analisi. Tutto ciò nonostante il numero di pazienti per ciascun fornitore di prestazioni sia minore rispetto a tre anni fa.

Fig. 3: aumento dei costi per settore di cura (periodo 2014/2017)

Fig. 3: aumento dei costi per settore di cura (periodo 2014/2017)

«Più trasparenza»

Le analisi attuali mostrano uno spostamento dei servizi infermieristici verso l’assistenza ambulatoriale e una crescita maggiore, se non addirittura eccessiva, del mercato dei fornitori.

Uno degli attuali obiettivi consiste nello stipulare contratti di prestazioni individuali con i fornitori di prestazioni per le prestazioni erogate. Ciò consente di effettuare analisi più precise delle prestazioni fornite.

La Cooperativa di acquisti HSK è sinonimo di «maggiore trasparenza» nell’acquisto di prestazioni, motivo per cui le conoscenze acquisite influiscono sulle trattative future.

Trova interessante questo articolo?

Il suo contatto diretto

Manuela.jpg

Manuela Schär

Responsabile delle trattative | Manager tariffale Cure
T +41 58 340 66 63
m.schaer